lunedì 11 luglio 2011

La torta della domenica

L'ho aspettata per mesi, mentre me la prendevo con i vestiti pesanti e la nebbia, e adesso che l'estate é arrivata, di certo non si tira indietro. Di giorno tanto caldo che non puoi nemmeno uscire di casa senza rischiare la liquefazione laser e di sera luci spente per evitare che le zanzare ti scambino per  un succulento filetto al sangue.
Lamentele a parte, ci sono mille occasioni per uscire e tanta voglia di incontrare gente nuova, magari all'aperitivo, che la domenica pomeriggio non manca mai! Fra una chiacchiera e l'altra, stasera ho deciso di darmi una mossa e aggiungere qualcosa al blog, per andare in pari con alcune ricette non ancora pubblicate.
Ho preparato questa torta venerdí sera, prima di iniziare il weekend, (ispirata da qui) per poi concluderla stamattina con il coulis di pesche e le more appena raccolte: potete quindi prepararla con largo anticipo, dimenticarla in frigo e guarnire all'ultimo minuto. Non dovrete accendere nessun forno e vanta l'assenza di uova fra gli ingredienti (anche se é talmente buona che nessuno si creerà problemi a chiedere il bis comunque). Che dire? Leggera, pratica, golosa e perfetta per il pranzo della domenica, anche da portare via se si è ospiti.

CHEESECAKE CON LATTE CONDENSATO

Ingredienti (stampo da 26 cm)
Per la base:
150 gr di fette biscottate integrali
60 gr burro
1 cucchiaio di zucchero

Per la crema:
250 gr ricotta
300 gr  philadelphia (per me light)
375 gr latte condensato zuccherato (un barattolino)
6 gr gelatina in fogli
succo di mezzo limone

Per il coulis:
5 pesche, 1 cucchiaio zucchero, more

Frullare nel mixer le fette biscottate e lo zucchero, dopo pochi secondi aggiungere il burro fuso e riprendere a frullare finché gli ingredienti iniziano a scurirsi. Amalgamare con un cucchiaio se necessario, in modo da avere una polvere uniforme. Stendere sulla base dello stampo aiutandosi con un cucchiaio e premendo con il dorso, per avere una superficie liscia. Mettere in frigo per mezz'ora.

Ammollare nell'acqua fredda i fogli di gelatina.
Mettere in una ciotola il philadelphia e sbatterlo con le fruste per un minuto. Aggiungere la ricotta già ammorbidita con la forchetta e continuare a sbattere per un altro minuto. Quindi versare a filo il latte condensato, senza smettere di mescolare il composto.
Due minuti prima che la base della torta vada tolta dal frigo sciogliere a bagnomaria la gelatina con il succo di limone, senza che si scaldi, quindi aggiungerlo alla crema di formaggi e latte. Versare immediatamente il composto sulla base, livellando la superficie con un cucchiaio. Mettere in frigo fino al momento di servire.
Allora, togliere l'anello con delicatezza, passando un coltello sui bordi delicatamente. Se il bordo della crema non fosse perfetto, lisciatelo con un coltello o una spatola inumidito con acqua.

Per il coulis, frullare le pesche giá lavate e tagliate, fino a raggiungere una consistenza liquida e liscia. Con l'aiuto di un cucchiaio, stenderla sulla superficie della torta e adagiarvi sopra le more.


Note:

Ho usato uno stampo a cerniera di diametro 26 cm, ma forse in un 22 cm la crema si sarebbe distribuita meglio.


Se non siete convinti della base fatta con le fette biscottate e lo zucchero, potete sempre usare dei biscotti tipo digestive o oro saiwa.

Ovviamente la quantità e il tipo dei formaggi va a seconda dei gusti personali (la mia scelta é stata dettata anche da quello che avevo in frigo).

Visto che la bella stagione offre una quantità di frutta infinita, sbizzarritevi!

Nessun commento:

Posta un commento