giovedì 14 luglio 2011

Fish&chips

Se c'é una cosa che pensavo non mi sarebbe mai piaciuta fare, é il fritto: goccioline di olio che schizzano, vestiti impregnati di odore, caldo torrido... Tutto sommato peró non mi é dispiaciuto mettermi all'opera con questo piatto, tipico british street food, perché ha dato le sue soddisfazioni- eccome se le ha date!- e devo ammettere che la mia paura da 'aspetti negativi del friggere' é stata un po' esagerata.
Forse uno dei trucchi è stato prepararlo in anticipo, la mattina presto, cosí il caldo non si é fatto troppo sentire, le finestre aperte hanno permesso che gli odori uscissero in fretta e poi ho potuto farmi una doccia prima di iniziare la giornata come si deve.
Semplice, facile, veloce (ma occhio agli schizzi comunque!). Mentre si scalda nel forno subito prima di servirlo, preparate con dei fogli di carta dei coni e rivestiteli di carta assorbente (non sono riuscita a fare la foto perché erano giá fuori dalla mia portata prima che potessi imbracciare la fotocamera e 'shootare'.

FISH AND CHIPS

Ingredienti ( x 2 persone)
2 filetti di merluzzo fresco o decongelato
6 patate piccole o 3 grandi
olio per friggere
Per la pastella
90 gr di farina
1 uovo
200 ml birra
un pizzico di sale


Sbucciare le patate e tagliarle a strisce grandi (da una patata piccola ricavare 6 o 8 pezzi massimo). salare e cucinare in una padella antiaderente con olio caldo. 

Nel frattempo tagliare il merluzzo a pezzetti di 3-5 cm di lato, cercando di mantenere una superficie uniforme fra i vari pezzi. Preparare la pastella mescolando l'uovo, la farina e il sale e aggiungere la birra fino ad ottenere la densità desiderata. Girare due volte i filetti nella pastella.

Togliere le patatine dalla padella quando inizieranno a colorirsi e metterle in una pirofila da forno, quindi cuocere in forno per 10-20 minuti circa a 180º (se state cucinando per servire subito, la cottura dev'essere perfetta, altrimenti toglietele un po' prima, in modo che si possano scaldare senza bruciare).

Friggere il merluzzo pastellato, poi metterlo nella pirofila con le patate e lasciare il forno. Dieci minuti prima di servire, accendete il forno di nuovo a 180º e servite in tavola appena le patate avranno raggiunto la cottura ottimale- eventualmente coprire con della carta di alluminio.





mercoledì 13 luglio 2011

Quanto sei buono micy?

A casa mia i gatti non sono belli, dormiglioni, coccoloni, no. I gatti sono buoni. Buoni in questo caso ha valore di superlativo assoluto: the best cats ever!
Cosí non ho saputo resistere ieri, quando ho visto questo stampino a forma di gatto, mentre ero in giro a fare un po' di shopping. La ricetta, c'é poco da fare, è proprio dedicata alla persona speciale che era con me ieri e che mi ha letteralmente illuminato la giornata. Sono dei biscotti integrali (se li volete fare in questa stagione, non accendete il forno prima delle 11 di sera), inventati sul momento, che sono riusciti benissimo: non troppo dolci ma gustosi, tanto che faticheranno ad entrare nella scatola di latta, in cui potrete conservarli per circa una settimana, sempre che ci arrivino! :) Dopo le ciliegie, anche un gatto tira l'altro!


BISCOTTI INTEGRALI AL MIELE



Ingredienti
30 ml (2 cucchiai circa) di miele (per me di castagno)
2 cucchiai zucchero
2 cucchiai olio extravergine di oliva
2-3 cucchiai latte (per me zymil)
1 uovo
1/2 bustina di lievito per dolci
200 gr di farina

Emulsionare miele, zucchero, olio e latte. Aggiungere l'uovo, poi, poco alla volta la farina insieme al lievito. Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo, all'occorrenza aggiungere farina o latte, se l'impasto è troppo morbido o duro.
Stendere l'impasto sul piano di lavoro leggermente spolverato di farina (spessore dei biscotti 5 mm circa) e ritagliare le formine con il tagliabiscotti. Disporre su una teglia da forno e cuocere in forno 12-15 minuti a 180º ventilato, finchè non iniziano a scurire (le formine che ho usato erano piccole, a seconda di quale usate, i vostri biscotti potrebbero richiedere dei tempi di cottura più lunghi).

lunedì 11 luglio 2011

La torta della domenica

L'ho aspettata per mesi, mentre me la prendevo con i vestiti pesanti e la nebbia, e adesso che l'estate é arrivata, di certo non si tira indietro. Di giorno tanto caldo che non puoi nemmeno uscire di casa senza rischiare la liquefazione laser e di sera luci spente per evitare che le zanzare ti scambino per  un succulento filetto al sangue.
Lamentele a parte, ci sono mille occasioni per uscire e tanta voglia di incontrare gente nuova, magari all'aperitivo, che la domenica pomeriggio non manca mai! Fra una chiacchiera e l'altra, stasera ho deciso di darmi una mossa e aggiungere qualcosa al blog, per andare in pari con alcune ricette non ancora pubblicate.
Ho preparato questa torta venerdí sera, prima di iniziare il weekend, (ispirata da qui) per poi concluderla stamattina con il coulis di pesche e le more appena raccolte: potete quindi prepararla con largo anticipo, dimenticarla in frigo e guarnire all'ultimo minuto. Non dovrete accendere nessun forno e vanta l'assenza di uova fra gli ingredienti (anche se é talmente buona che nessuno si creerà problemi a chiedere il bis comunque). Che dire? Leggera, pratica, golosa e perfetta per il pranzo della domenica, anche da portare via se si è ospiti.

CHEESECAKE CON LATTE CONDENSATO

Ingredienti (stampo da 26 cm)
Per la base:
150 gr di fette biscottate integrali
60 gr burro
1 cucchiaio di zucchero

Per la crema:
250 gr ricotta
300 gr  philadelphia (per me light)
375 gr latte condensato zuccherato (un barattolino)
6 gr gelatina in fogli
succo di mezzo limone

Per il coulis:
5 pesche, 1 cucchiaio zucchero, more

Frullare nel mixer le fette biscottate e lo zucchero, dopo pochi secondi aggiungere il burro fuso e riprendere a frullare finché gli ingredienti iniziano a scurirsi. Amalgamare con un cucchiaio se necessario, in modo da avere una polvere uniforme. Stendere sulla base dello stampo aiutandosi con un cucchiaio e premendo con il dorso, per avere una superficie liscia. Mettere in frigo per mezz'ora.

Ammollare nell'acqua fredda i fogli di gelatina.
Mettere in una ciotola il philadelphia e sbatterlo con le fruste per un minuto. Aggiungere la ricotta già ammorbidita con la forchetta e continuare a sbattere per un altro minuto. Quindi versare a filo il latte condensato, senza smettere di mescolare il composto.
Due minuti prima che la base della torta vada tolta dal frigo sciogliere a bagnomaria la gelatina con il succo di limone, senza che si scaldi, quindi aggiungerlo alla crema di formaggi e latte. Versare immediatamente il composto sulla base, livellando la superficie con un cucchiaio. Mettere in frigo fino al momento di servire.
Allora, togliere l'anello con delicatezza, passando un coltello sui bordi delicatamente. Se il bordo della crema non fosse perfetto, lisciatelo con un coltello o una spatola inumidito con acqua.

Per il coulis, frullare le pesche giá lavate e tagliate, fino a raggiungere una consistenza liquida e liscia. Con l'aiuto di un cucchiaio, stenderla sulla superficie della torta e adagiarvi sopra le more.


Note:

Ho usato uno stampo a cerniera di diametro 26 cm, ma forse in un 22 cm la crema si sarebbe distribuita meglio.


Se non siete convinti della base fatta con le fette biscottate e lo zucchero, potete sempre usare dei biscotti tipo digestive o oro saiwa.

Ovviamente la quantità e il tipo dei formaggi va a seconda dei gusti personali (la mia scelta é stata dettata anche da quello che avevo in frigo).

Visto che la bella stagione offre una quantità di frutta infinita, sbizzarritevi!

venerdì 1 luglio 2011

Pronti per l'estate- parte 2

Tempo di stress e voglia d'estate: indispensabile ricorrere al miglior antidepressivo del mondo!! Il cioccolato!!!

Questa salsa al cioccolato si prepara in un attimo ed é deliziosa, sia da sola che per accompagnare macedonie e gelati. Presto proveró anche a rinchiuderla in un cioccolatino.
Si conserva tranquillamente in frigo, se riuscite a non finirla prima ancora che si sia raffreddata!! :)

Ho ridotto le dosi e apportato qualche modifica alla ricetta originale, fatemi sapere che ne pensate


SALSA AL CIOCCOLATO MILLEUSI- di Arabafelice


120g di zucchero
70 ml circa di acqua
due cucchiaini di latte
1 fialetta di estratto di vaniglia
35 gr di cacao amaro in polvere







In un pentolino mescolare zucchero, cacao e aroma di vaniglia. Aggiungere poi l'acqua poco alla volta, mescolando per sciogliere i grumi, e latte fino a raggiungere la consistenza che più vi piace- la mia salsa é rimasta un po' liquida.
Mettete sul fuoco a fiamma medio-bassa, abbassando l'intensitá quando inizia a sobbollire e mescolando continuamente perché non si attacchi al fondo. Dopo una decina di minuti (un quarto d'ora per chi volesse  ottenere una consistenza più compatta) togliere dal fuoco e versare in un barattolino di vetro. Riporre in frigo a raffreddare e sbizzarrirsi negli usi più disparati! 
Per farla diventare più liquida, una volta raffreddata, sarà sufficiente passarla a microonde qualche secondo..












Con questa ricetta partecipo al contest di ArabaFelice in cucina per il cannello da pasticceria


Pronti per l'estate- parte 1

Anche se non é ancora arrivato il caldo quello da Estate con la e maiuscola, alzi la mano chi non sta sospirando perché ha voglia di andare in spiaggia (chi c'é giá, non vale!!)

Ieri ho preparato il must dell'estate a casa mia, una pasta fredda rapidissima e perfetta da portare in spiaggia!!

Summer pasta

Ingredienti 
per circa 4 persone

250-300 gr di pipette rigate
1 mozzarella
2 o 3 pomodori maturi (per me nostrani)
2 cucchiai di capperi
2 spicchi d'aglio
sale e olio per condire


Ora.. spiegare come si prepara questa pasta, é un po' un'assurdità. Se qualcuno dovesse avere dei dubbi, ecco come si fa:

Mettere a cuocere la pasta nell'acqua bollente, con un pugno di sale.
Tagliare a cubetti piccoli i pomodori, la mozzarella e sminuzzare i capperi (di solito ne lascio sempre qualcuno di intero). Aggiungere sale e olio e poi le due teste d'aglio. Ora la pasta dovrebbe essere cotta: scolarla e passarla sotto il getto dell'acqua fredda. 
Lasciare in frigorifero fino al momento di servire.